meteo

Allerta Meteo, allarme maltempo: il “Ciclone di Neve” si avvicina da Gibilterra mentre aria gelida piomba sull’Italia.

Allerta Meteo, allarme maltempo per il “Ciclone di Neve” che colpirà l’Italia e l’Europa tra Lunedì 19 e Martedì 20 Novembre: violenti temporali, forti venti e piogge torrenziali al Centro/Sud, tanta neve al Centro/Nord fin in pianura Padana.

Allerta Meteo – Si sta allontanando verso la Grecia, sul mar Jonio, la perturbazione che nelle ultime ore ha provocato e continua a provocare forte maltempo nel medio/basso Adriatico e al Sud: dopo l’alluvione lampo di Venerdì sera a Catania, con la città etnea sommersa dalla grandine e dalla pioggia torrenziale, nelle ultime ore i fenomeni più estremi si sono concentrati nella Calabria jonica, esattamente come previsto da tutte le previsioni. Oggi, infatti, c’è l’allerta arancione e dalla mezzanotte sono già caduti 81mm di pioggia a Cirò, 75mm a Cropalati, 66mm a Crucoli, 51mm a Corigliano Calabro, 46mm a San Nicola dell’Alto, 20mm a Crotone. Piove anche in Abruzzo, dove sono caduti soltanto stamattina 20mm di pioggia a Pescara, che non supera i +9°C in pieno giorno dopo una minima di +7°C. Fa freddo, le temperature minime sono scese per la prima volta in stagione su valori tipicamente invernali al Nord con le prime gelate in pianura Padana. La colonnina di mercurio, infatti, ha raggiunto -3°C a Bolzano, -2°C ad Aosta, -1°C a Parma e Vicenza, 0°C a Treviso e Rovereto, +1°C a Pordenone, +2°C a Milano, Novara, Udine, Bergamo, Ferrara, Como e Biella.

Nelle prossime ore avremo ancora maltempo residuo al Sud, nel pomeriggio di Domenica soprattutto in Puglia e Basilicata, ma i fenomeni si attenueranno in serata. Intanto è sempre più vicino il “Ciclone di Neve” che colpirà l’Italia e l’Europa nei prossimi due giorni, Lunedì 19 e Martedì 20 Novembre. La tempesta arriva da Gibilterra, dove si trova al momento, e raggiungerà domani mattina la Sardegna e poi in serata l’alto Tirreno, posizionandosi nell’arcipelago Toscano con un centro di bassa pressione molto profondo (circa 990hPa).

Proprio oggi, intanto, l’Anticiclone Scandinavo raggiunge i suoi massimi con valori di 1045hPa tra Svezia e Norvegia. Proprio lungo il bordo orientale di questo poderoso Anticiclone, si stanno già muovendo masse d’aria gelida che dalla Russia hanno raggiunto la Polonia e dalle prime ore di domani arriveranno anche nel nord dei Balcani, nell’area alpina e quindi al Nord Italia dove le temperature diminuiranno ulteriormente. E così, con l’arrivo del maltempo caldo-umido da sud/ovest, nevicherà fin in pianura Padana per “cuscinetto freddo” soprattutto nella mattinata di Martedì 20 Novembre.

Intanto è allarme per il maltempo di domani, Lunedì 19 Novembre: temporali molto violenti colpiranno dapprima la Sardegna, poi Sicilia, Calabria, Lazio e Campania con forti venti di scirocco e temperature in sensibile aumento (oltre +20°C anche nelle ore notturne tra Calabria e Sicilia, con punte di +25°C nelle ore diurne sia di Lunedì che di Martedì). Al Centro/Nord, invece, farà molto più freddo con nevicate in pianura Padana e abbondanti nevicate sui rilievi dell’Appennino centro/settentrionale, tra Marche, Toscana, Emilia Romagna e Liguria.