Società

Ascoltare le persone che si lamentano sempre fa male al cervello: a confermarlo è la scienza.

Ormai, è stato provato scientificamente: ascoltare le persone che si lamentano spesso logora le energie mentali. Lo studio è stato condotto da alcuni neuroscienziati, che hanno misurato l’attività cerebrale nelle situazioni in cui si trova a dover affrontare degli stimoli specifici, come ascoltare parenti o amici che si lamentano costantemente.

Infatti, stare sempre a contatto con persone negative fa sì che i neuroni del cervello si “disconnettano”, non permettendo di essere lucidi e di risolvere efficientemente i problemi. Per evitare gravi conseguenze sul piano professionale e personale, si possono adottare alcuni suggerimenti.

  1. È fondamentale imporre dei limiti ai familiari o amici che si lamentano, mantenendo sempre la calma e non dimenticando di rispettare sempre l’altro.
  2. Un buon aiuto che si può a queste persone è quello di fargli capire che la soluzione dei problemi possono trovarla solo loro, cercando di non coinvolgere le emozioni e smettendo, soprattutto, di lagnarsi.
  3. Far capire all’altro che solo con la positività si possono ottenere e apprezzare le cose.
  4. Fare degli esercizi di respirazione per allontanare la negatività di chi si lamenta, aiuta l’ossigeno a circolare per tutto il corpo e libera da questa sensazione di oppressione.
  5. Circondarsi il più possibile di persone positive e svolgere attività che fanno stare meglio psicologicamente, come leggere, ascoltare la musica e praticare sport.

Adottando questi piccoli consigli, non solo si aiuta la propria mente a mantenersi ludica e “connessa”, ma anche le persone lamentose a cercare di vedere la realtà con un po’ più di positività.