medicina

Un brufolo che passerà alla storia per il brufolo più lungo del mondo. Quello che vedete in foto è solo la “Punta dell’Iceberg”: aspettate a vedere tutto il resto.

È uno degli inestetismi più frequenti, fastidiosi ed… evergreen! «Oggi, la comparsa improvvisa di brufoli non si limita più esclusivamente all’adolescenza, dove entrano in gioco fattori ormonali legati alla maturazione fisiologica», sottolinea la dermatologa Claudia Rigo. «Sempre più spesso, infatti, anche dopo i 20 anni si verificano fenomeni acneici a causa dall’elevata produzione di ormoni surrenali, conseguenza dello stress cui si è più facilmente sottoposti rispetto al passato».

I brufoli e la loro gestione sono quindi una problematica per i teenagers così come, occasionalmente, per le donne che hanno un’attività lavorativa intensa, quelle che hanno partorito, anche per quelle entrate in menopausa, la cui pelle si secca ma si presenta anche più grassa.

Tra le cause dell’improvvisa formazione di brufoli sulla pelle ci sono poi l’inquinamento e il sebo, “fertilizzanti” ideali per lo sviluppo di batteri. Ecco perché «soprattutto chi ha la pelle grassa necessita di una detersione costante al mattino e alla sera, al fine di eliminare tutte le impurità e tenere la pelle ben pulita», precisa la dermatologa.