News

Choc nella musica italiana: trovato in strada il trapper Saor, 29 anni.

E’ di Cristhian Ballena, peruviano 29 anni, noto come Saor, il cadavære trovato in via Anassimandro, in zona Torpignattara, la mattina del 19 maggio. Il giovane, un trapper residente a Centocelle, è stato trovato riverso in stada da una residente. Sul posto i Carabinieri del Nucleo Operativo Casilina e i militari della stazione Torpignattara. Inutili i soccorsi.

Saor era già m©rto. La salma del 29enne è stata portata all’istituto di medicina del Verano e, oggi, verrà eseguita l’aut©psia. Il 29enne trapper ha fatto parte della crew nota all’interno del panorama underground come Die Young click, ora disciolta. Ha pubblicato l’album Don’t try this at Rome nel 2017 e formato la Glitch Society, il cui obiettivo era quello di realizzare una scena alternativa all’interno della trap italiana.

Saor si era avvicinato al mondo del rap grazie ad alcuni ragazzi conosciuti nella scuola superiore che frequentava nel quartiere di Centocelle. Quindi la nascita di una crew di graffitari, il rap e la trap. La notizia della m©rte del trapper, in poco tempo, ha fatto il giro dei social. Tanti i messaggi su Instagram in ricordo dell’artista.

“Nel mio cuore e nella mia testa restermo sempre sorridenti e vicini. Se esiste un universo parallelo magari le cose li sono ancora così, siamo ancora insieme e possiamo scrivere il futuro con un lieto fine per tutti noi. Ci sentivamo sempre fino a un paio di giorni fa e 2 mesi fa quando sei stato male hai chiamato me prima di chiunque altro. Non si può più tornare indietro ma ti prometto che sarò i tuoi occhi la tua voce e le tue mani”, scrive Valerio.

“Ciao fratellì, ho saputo solo ora che non ci sei più, e mi sono venuti in mente mille pensieri mentre digerivo la notizia. Quasi 15 anni so passati e qualche giorno fa ci eravamo sentiti per parlare di donne, graffiti e tatuaggi. Spero tu possa stare in pace in qualche dimensione spirituale o non so”, ricorda l’utente Kafes_rebelde.”