Notizie Curiose

D©gging: questa è la nuova e folle pratica sæssuale che sta spopolando anche in Europa. Leggete attentamente.

Questa pratica è nata, come la maggior parte delle tendenze, negli Stati Uniti e in poco tempo ha raggiunto il nostro continente, Italia compresa. Questa pratica si chiama d©gging e consiste, praticamente, nel fare l’amore in luoghi pubblici con sconosciuti ad una sola condizione: non dovranno mai più rivedersi. Solitamente le persone si incontrano in un parco o in auto, è accettano di avere un rapporto “unico” con lo sconosciuto.

Altra cosa particolare sono gli spettatori. Infatti, se qualcuno vuole guardare, o unirsi al “gioco”, è tra i benvenuti. Il nome d©gging è nato nel Regno Unito e le persone coinvolte usano la scusa di portare il cane a passeggio per recarsi in luoghi pubblici dove fare incontri “interessanti” con perfetti sconosciuti. Ma qual è la tecnica per riconoscersi? Chi sono le persone disposte a partecipare ad un rapporto veloce? (continua dopo la foto)

Come tutte le tendenze anche in questo caso il web aiuta moltissimo. Nel frattempo in Europa sono nate varie comunità ,tra le quali la più grande risulta essere quella spagnola, D©ggingSpain.com che oggi conta più di 500mila membri iscritti, di cui 60mila attivi. Per i doggers – questa sarebbe la definizione con cui amano chiamarsi – esistono delle raccomandazioni da seguire per non incappare in situazioni difficili. La prima è quella di non portare oggetti di valore e non avere segni di riconoscimento per evitare incontri futuri. (continua dopo la foto)

L’auto è uno dei luoghi più utilizzati per quest’insolita pratica. Ci sono alcuni messaggi in codice per capire le intenzioni.Ad esempio, se le luci del veicolo si accendono e si spengono è un segno che a bordo si sta consumando il rapporto. Se la luce all’interno del veicolo è accesa, la coppia vuole essere guardata mentre è “indaffarata”. Se inoltre la finestra è appena chiusa o completamente aperto, è possibile guardare e toccare, e se la porta è del tutto aperta si può liberamente prendere parte alla “festa”.