Esteri

Dopo la m©rte della madre, tre fratelli cercano di mettere ordine nella casa materna. Ma fanno una scoperta agghi@cciante: “Era nostro fratello”.

A circa un mese di distanza dalla m©rte della madre, tre fratelli che si erano recati in casa dell’anziana donna per mettere in ordine hanno fatto una scoperta tærribile. In una piccola credenza, nascosta nel sottoscala, hanno infatti rinvenuto una scatola contenente i resti mummific@ti di un neonato, coperti da alcuni vestiti.

L’agghi@cciante scoperta è avvenuta a Northallerton (Regno Unito), nell’abitazione dove Carol Thompson, anziana decæduta a gennaio dello scorso anno, viveva da sola da anni dopo il divorzio dal marito, Melvin. I tre fratelli, un uomo e una donna, figli della coppia, dopo il tremendo rinvenimento hanno subito denunciato tutto alla polizia. Come riporta Metro.co.uk, il detective Matthew Wilkinson, che si è occupato del caso, non ha usato mezzi termini: «Questo è il caso più tremendo e misterioso che mi sia mai capitato in 25 anni di carriera».

Il terribile sospetto che era venuto ai tre fratelli è stato confermato dalle indagini: con tutta probabilità, quei resti sono di un fratello mai conosciuto dai figli di Carol e Melvin, che però era nato prima di loro. I tre fratelli, infatti, hanno tutti meno di 50 anni, mentre le analisi dei vestiti fanno pensare che i resti risalgano almeno a cavallo tra gli anni ’50 e ’60. A causa dello stato di conservazione del corpo, però, non è stato possibile in alcun modo stabilire con esattezza la data della m©rte del neonato, né capire se sia m©rto prima, durante o dopo il parto. L’unica certezza fornita dalle analisi post m©rtem è che la m©rte sembrerebbe avvenuta per cause naturali, escludendo quindi l’ipotesi dell’inf@nticidio: sul corpo, infatti, non ci sarebbe alcun segno di vi©lenza. «Noi non ne sapevamo nulla» – spiegano i tre fratelli – «Nessuno ci aveva mai parlato di un altro bambino nato dai nostri genitori».

Il mistero, però, sembra destinato a rimanere senza soluzione: Melvin Thompson, l’ex marito di Carol e padre dei tre figli, è stato sentito dagli inquirenti ma ha sempre negato di sapere di quel corpicino mummific@to nascosto in casa da chissà quanti decenni. Gli investigatori non credono alla sua spiegazione e, pur senza adottare provvedimenti restrittivi nei confronti dell’anziano, hanno infatti dichiarato: «Molti aspetti di questa vicenda restano insoluti, ma è decisamente più probabile che quel neonato fosse figlio della coppia e non di altre persone. Siamo costernati per la scoperta che i tre fratelli hanno dovuto fare, comprendiamo il loro dolore e anche il dramma vissuto dalla madre, che si era portata un tr@gico segreto fino alla t©mba».