Cronaca

Dramma in caserma: carabiniere, padre di famiglia, la fa finita proprio l’ultimo dell’anno. Choc tra i colleghi.

Improvviso dramma nelle scorse ore all’interno dei locali della caserma dei carabinieri di Canicattì, in provincia di Agrigento. Un militare dell’arma in servizio al nucleo radiomobile della cittadina siciliana si è tolto la vit@ spar@ndosi un colpo di arm@ da fuoco in testa con la pist©la d’ordinanza mentre si trovava negli uffici del comando in via Tenente Antonino Di Dino.

Il dramma si è consumato in pochi attimi nella serata di domenica. Nonostante l’immediato aiuto dei colleghi e poi di un’ambulanza, per lui non c’è stato nulla da fare. La vittim@ è l’appuntato scelto Giuseppe Terrana, un carabiniere di 52 anni originario proprio di Canicattì ma residente nella vicina Sommatino.

Il militare, che lascia moglie e quattro figli, era uno dei carabinieri più anziani per servizio all’interno della caserma di Canicattì e, da quanto si apprende, molto conosciuto ben voluto sia nell’agrigentino che ne nisseno, dove aveva svolto servizio, per le sue doti umane e professionali.

Sotto choc i tanti colleghi che negli anni hanno prestato servizio con lui e tra i carabinieri presenti in quel tr@gico momento in caserma. Al momento si ignorano sia la dinamica esatta dell’accaduto sia i motivi che hanno spinto il militare a all’estremo gesto. Sul fatto sono state aperte due inchiæste: una interna all’Arma dei carabinieri e l’altra da parte della Procura di Agrigento.