News

Foggia, perde la vita un maresciallo dei carabinieri e un altro è ferito.

Sono rimasti coinvolti in una spar@toria a Cagnano Varano, nel foggiano, due Carabinieri in servizio nella piazza principale del Paese. Tutto procedeva tranquillamente fino a quando, circa un’ora fa, intorno alle 10.00, sono stati raggiunti da una r@ffica di proiættili. Ha perso la vita uno di loro, un maresciallo di 45 anni Vincenzo Carlo Di Gennaro che, secondo le prime ricostruzioni, si trovava a bordo dell’auto di servizio al momento dell’aggu@to.

La spar@toria sarebbe avvenuta ad un posto di blocco. La pattuglia, riferiscono i passati, aveva fermato per un controllo un’auto con a bordo un prægiudicato. Quest’ultimo ha cominciato a sp@rare con la sua pist©la e ha poi tentanto la fuga. Si sono avviate le ricerche fino a quando un uomo – presumibilmente l’ass@ssino – è stato fermato e portato in caserma, dove attualmente è in corso l’interrogatorio.

Intervenuti tempestivamente i colleghi e intanto sono stati allertati i Sanitari che, giunti sul posto, hanno stabilizzato l’altro agente, rimasto gravæmente ferito, e l’hanno trasportato in ospedale. Critiche le sue condizioni, mentre per il maresciallo in servizio non c’è stata alcuna possibilità di ripresa. L’uomo è m©rto sul colpo.

“Una preghiera per Vincenzo, un pensiero alla sua famiglia e ai suoi colleghi, il mio impegno perché questo assassino non esca più di g@lera e perché le Forze dell’Ordine lavorino sempre più sicure, protette e rispettate”, ha commentato il Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Non è la prima volta, del resto, che un’agente perde la vita sul posto di lavoro, come successo a Sissy Trovato, agente della polizia penitenziaria.

Anche il braccio destro Luigi Di Maio è intervenuto sulla vicenda, con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook: “Questo omi©idio non ha colpito solo due servitori dello Stato, ma l’intero Stato”, scrive. “Chi tocca un Carabiniere tocca lo Stato, tocca ognuno di noi. Ora basta, ci sarà una reazione”.