Esteri

Ivan ha 9 figli e 3 mogli: “Ma c’è un particolare che vi lascerà di stucco”. Se qualcosa non va come lui prevede le mogli avranno questo trattamento.

Ha tre mogli ed il suo obiettivo è arrivare a 50 figli, ma è anche disposto a punire le sue donne se lo infastidiscono: “Niente sexxo per un mese”. Ivan Sukhov ha 34 anni e viene dalla città di Vladimir, nella regione russa occidentale di Vladimir Oblast. Secondo le leggi locali, potrebbe avere solo una moglie ufficiale. Le altre due partner vivono infatti con lui di comune accordo. (Continua a leggere subito dopo la foto)

Prima di diventare poligamo, Sukhov ha vissuto con Natalia Sukhova per 11 anni. Ha sempre manifestato il desiderio di essere “il capo di una grande famiglia e avere più mogli e più bambini possibili”. E così sono arrivate anche Medina e Anna. “All’inizio ero contraria all’idea – ha raccontato Natalia che lavora come infermiera in un ospedale locale – non potevo immaginare una situazione del genere. Ma poi ho cambiato idea perché ho capito che lui voleva avere davvero una famiglia numerosa”. (Continua a leggere subito dopo la foto)

Ad oggi Ivan ha nove figli ma non è intenzionato a fermarsi qui: sei li ha concepiti con Natalia mentre altri tre con Anna, che è ora incinta del decimo figlio. “Voglio avere almeno 50 bambini – ha confermato Ivan – più sono e meglio è”. La famiglia vive in un appartamento di tre stanze, ma Sukhov sta pensando di venderlo per comprare una grande casa in periferia. Il 34enne ha spiegato che ogni sera invita una delle sue mogli a passare la notte con lui. (Continua a leggere subito dopo la foto)

“Ci sono dei turni” ha detto Natalia. Ma se ci sono problemi con le tre donne, Sukhov le punisce bandendo il sesso. “Se una delle mie mogli fa qualcosa di sbagliato – ha spiegato ad un quotidiano locale – non la porterò a letto per un mese”; Sukhov si dice pronto ad accettare altre mogli nella sua famiglia in crescita, ma ci sono anche alcuni requisiti da rispettare: “Mi piacciono le donne alte, magre e affettuose”. (Continua a leggere subito dopo la foto)