Cronaca Esteri

Precipita aereo, 9 morti. Sul volo c’erano anche loro: l’ultimo video sui social

Almeno 9 persone avrebbero perso la vita dopo che l‘aereo su cui viaggiavano è improvvisamente precipitato in una zona impervia del Venezuela. La tragedia si è consumata mentre l’aereo si avvicinava all’aeroporto di Caracas-Oscar Machado Zuloaga, situato a Charallave, nello stato di Miranda, a sud della Capitale del Paese sudamericano. Il velivolo coinvolto è un aereo leggero King Air 100. matricola YV-1104, sul quale avevano presto posto sette passeggeri. L’aereo era partito dall’aeroporto di Guasipati, nello stato di Bolivar ed era diretto all’aerodromo di Mirandino, ma a oltre metà volo di lui si sono perse improvvisamente le tracce.

Loading...

Dalla torre di controllo dell’aeroporto hanno emesso l’ordine di allerta intorno alle 18 di giovedì ora locale. L’areo infatti sarebbe dovuto arrivare  entro le 17.30 ma non è mai giunto a destinazione. Sono scattate immediatamente le ricerche che si sarebbero concluse con l’avvistamento della carcassa distrutta dell’aereo in una zona boschiva. A riferirlo sono i media del Paese, spiegando che nessuno è sopravvissuto, ma le autorità non hanno ancora dato informazioni ufficiali sull’incidente.

Loading...

Un giornalista locale ha confermato che l’aereo è stato trovato e ne ha pubblicato un’immagine sul suo account Twitter. Inoltre, ha informato che le operazioni all’aeroporto sono state  sospese fino alle 18:30 proprio per i soccorsi. Sempre secondo quanto riferito dai media locali, i sette passeggeri erano uomini d’affari e modelle. Tra di loro ci sarebbe anche l’uomo d’affari Mariano Díaz Ramírez, denunciato per riciclaggio di denaro e traffico di droga i passato ma mia condannato. Díaz Ramírez è accusato anche di essere coinvolto nella cosiddetta “Banda dei nani”, un gruppo di un gruppo di uomini d’affari venezuelani che sono diventati miliardari durante la devastate crisi economica del Paese.

Con lui viaggiava anche Humberto Vivanco, un altro imprenditore locale con un passato di soldato delle forze armate nazionali bolivariane e conosciuto come membro delle forze speciali che hanno salvato l’ex capo di stato a La Orchila durante il colpo di stato del 2002. I due imprenditori son considerati diretta espressione del governo Chavista. Si ritiene che stessero viaggiando in zona per una questione commerciale legata agli investimenti miniere d’oro.

Sull’aereo anche le modelle Alejandra Contreras e Ana Fois. A completare a lista passeggeri Rafael Araujo , Daisy Colina e Alejandro Suegart. L’equipaggio invece era formato dal capitano Héctor Alemán e dal copilota Rafael Aristigueta. Al momento resta ignoto il motivo dello schianto dell’aereo, si ipotizza un errore umano o un guasto visto che le condizioni meteo erano ottimali per volare.