News

Questa mattina si sono susseguite una serie di scosse di terremoto in centro Italia. Scuole chiuse e gente per strada. É paura.

Una lunga serie di piccole scosse di terremoto ha colpito nella prima mattinata di giovedì la provincia di Siena generando allarme e preoccupazione tra la popolazione locale nonostante la lieve intensità. Si è trattato infatti di eventi sismici di lieve entità che hanno avuto inizio poco dopo l’alba e si sono susseguiti da dalle 6 fino alle 8. (Continua a leggere subito dopo la foto)

Di queste scosse solo sei sono state superiori a magnitudo 2 e la più forte ha avuto appena magnitudo 2.4 della scala Richter, secondo i rilievi dell’istotuto di geofisica e vulcanologia. Tutte le scosse però hanno avuto lo stesso epicentro e cioè il comune di Castiglione d’Orcia dove sono state distintamente avvertire dalla popolazione e dove alcuni abitanti sono scesi anche in strada per paura. (Continua a leggere subito dopo la foto)

Al momento fortunatamente nel piccolo comune situato al centro della Val d’Orcia, a sud del capoluogo, non si hanno segnalazioni di danni a persone o cose ma il sindaco Claudio Galletti, per precauzione, ha emesso una ordinanza di chiusura delle scuole per la giornata di oggi giovedì 8 novembre. (Continua a leggere subito dopo la foto)

Secondo i dati diffusi dall’Ingv, la zona è stata colpita da uno sciame sismico caratterizzato da una serie di scosse di lievissima intensità e sei tra magnitudo 2.1 e i 2.4 tra le ore 06.01 e le 8.07, la più forte delle quali registrata dai sismografi alle ore 06:21. Il movimento tellurico insistente ha riguardato solo la zona della Valdorcia con eventi che hanno avuto ipocentro ad una profondità che varia tra i 6 e gli 11 chilometri. (Continua a leggere subito dopo la foto)