Spettacolo

Rita Dalla Chiesa e Fabrizio Frizzi, Vieni da Me: “Lo mandò papà dal cielo”

Nella puntata di oggi di Vieni da Me, arriva Rita Dalla Chiesa che con la scusa di raccontare il suo nuovo libro, Mi Salvo Da Sola, approfondisce con Caterina Balivo alcuni lati della sua vita rimasti oscuri e non resi noti agli onori delle cronache. Si parte dal racconto del padre, il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, morto in un attentato per mano mafiosa, e si arriva poi anche a Fabrizio Frizzi suo ex marito e amico speciale.

Fabrizio Frizzi e Riti Dalla Chiesa, Vieni da Me

“Fabrizio è stato un regalo mandatomi da mio padre – spiega Rita Dalla Chiesa – Perché non mi sentissi troppo sola o non combinassi troppi guai. Lui se ne era andato nel settembre dell’82 e Fabrizio l’ho conosciuto a maggio dell’83. Io non avevo la mia famiglia, ero sola, avevo solo Giulia. Quando è arrivato questo ragazzo così giovane, aveva 25 anni, e io invece più grande ha portato una ventata di gioia. Avevo bisogno della mia vita, di ridere, scherzare…”

Rita Dalla Chiesa e Fabrizio Frizzi furono amanti, marito e moglie, ma anche grandissimi amici: “Quanto ci siamo divertiti io e Fabrizio. LA cosa più bella è stata l’aver superato il momento di crisi quando ci siamo lasciati, ma aver recuperato in risate ed allegria, fu importante anche per Giulia visto che Fabrizio fu come un padre. Abbiamo vissuto su binari paralleli sempre vicini, con rispetto, amore e affetto.

Quando è finita la nostra storia la gente ci voleva bene e quindi hanno iniziato a seguirci, paparazzi compresi, ed è stata dura. Le persone sono abituate alla televisione trash in cui i sentimenti vengono gettati davanti alle telecamere, invece il buon gusto vorrebbe che si potesse rimanere sempre fedeli a quanto si era giurati all’altare. Se ci si lascia non si deve dimenticare che una persona è stata parte della propria vita per 35 anni”.