Animali

Sente l’asina emettere strani vagiti, così il contadino entra nella stalla e si trova davanti una scena assurda, quasi disgustosa. Un uomo e… la sua giustificazione davanti al tribunale per nulla convincente.

La zoofilia è una pratica piuttosto diffusa nel mondo e ritenuta in alcuni paesi un reato. Negli Stati Uniti, un uomo è stato condannato per maltrattamenti su animale da un tribunale del Wisconsin per aver praticato atti sessuali con un’asina della stalla di una fattoria nella quale lavorava. L’uomo era stato sorpreso dal proprietario della fattoria che lo aveva denunciato alla polizia e poi licenziato. (continua a leggere dopo la foto)

Loading...

L’uomo di 21 anni, residente a Neillsville, nella Contea di Clark, si è giustificato, spiegando che “ero troppo eccitato e non son riuscito a trattenermi”. In un primo momento, era stata stabilita una pena con la libertà vigilata e una multa per 443 dollari, ma il giovane ha chiesto ai giudici una pena maggiore per il suo crimine, in sede processuale. Ecco perché, il tribunale lo ha ritenuto colpevole di maltrattamenti di animali. (continua a leggere dopo la foto)

C’è un’altra storia ‘strana’, raccontata dal tabloid inglese Metro, che vede come protagonista il sessantacinquenne Larry Henry, beccato in una situazione parecchio imbarazzante. L’uomo è infatti stato trovato dalla polizia nudo e ubriaco in una stalla piena di maiali e non era neanche la prima volta che capitava. Larry è stato trovato in tali condizioni da alcuni agenti giunti nei pressi di una azienda agricola per verificare una segnalazione telefonica. (continua a leggere dopo la foto)