Gossip

Si è parlato, oggi, a “Vieni da Me”. Maurizio Aiello: “aveva un’età giovanissima”.

Maurizio Aiello è ospite di Vieni da Me, il programma di punta di Caterina Balivo di Rai 1. L’attore si è raccontato con il gioco della cassettiera e ha spiegato la sua infanzia, la figura del padre e soprattutto dello Zio che è m©rto da poco, ma per Aiello era tutto.

Loading...

Maurizio Aiello, Vieni da Me: il racconto del padre

La cassettiera di Vieni da Me comincia con un crocifisso: “Questo è un crocifisso d’oro di mio padre che oggi ha 86 anni. Mi ricordo che mi faceva volare da piccolo e mi ricordo che aveva questo crocifisso sul petto. Per me è un ricordo meraviglioso, è una persona d’altri tempi, un po’ chiusa, si è dedicato sempre al lavoro, ma non passava tanto tempo con noi.

Loading...

Questo crocifisso è uno dei pochi ricordi che avevo con lui. Papà è meraviglioso ma con mia madre ha avuto un rapporto conflittuale tanto che si sono separati. Ora mamma è tornata a casa e vivono insieme da separati, sono come cane e gatto litigano in continuazione.La mamma stava a casa con noi più tempo di quanto non facesse papà, stava in un circolo spesso il pomeriggio.

Ora si è addolcito molto”. Parlando poi della sua infanzia spiega: “Da piccolo ero una peste, lui è stato anche severo, ma mi è servito. Abitavo a Castellammare di Stabbia e frequentavo una parrocchia piena di attività per i ragazzi. Ho anche fatto il chirichetto”.

Maurizio Aiello, Vieni da Me: la m©rte dello zio

Caterina Balivo però poi sa dove andare a toccare e inizia a parlare dello Zio Enzo, lo zio di Maurizio Aiello: “È stato colui che ha colmato le assenze di papà, sono cresciuto con lui, ho fatto tante vacanze con lui. Se ne è andato da poco con una malattia assurda che lo ha distrutto. È stato colpito dalla SLA, è m©rto giovane in un modo tremendo, non ha voluto essere prigioniero di un corpo che non funzionava più e quindi si è lasciato andare”.