Cronaca

Una coppia scende alla stazione: girandosi tra i passeggeri non trovano più il loro bambino. Poco dopo la terribile scoperta.

Una coppia di turisti cinesi è stata protagonista di una “disavventura” martedì mattina, quando per cause ancora da chiarire ha “dimenticato” il proprio figlio di sette anni su un treno. La mamma e il papà del bambino erano a bordo di un treno Frecciabianca proveniente da Milano, quando intorno alle 12 sono scesi alla stazione di Bologna. Sono scesi dimenticando appunto il figlio sul treno. (Continua a leggere subito dopo la foto)

Da quanto emerso, i coniugi sono scesi in stazione con i bagagli e si sono accorti praticamente subito che il bambino era rimasto sulla carrozza ma nel frattempo il convoglio era già ripartito. Hanno così chiesto aiuto all’assistenza di Trenitalia e, negli stessi minuti, anche il capotreno del Frecciabianca ripartito da Bologna si è accorto della presenza a bordo di un bambino rimasto solo e ha quindi avvertito la Polfer. (Continua a leggere subito dopo la foto)

Mamma, papà e figlio si sono ritrovati dopo qualche ora a Rimini – Il piccolo ha poi potuto riabbracciare i genitori un paio di ore più tardi a Rimini. Il personale di Trenitalia lo ha infatti fatto scendere alla stazione dove ad attenderlo c’erano dei poliziotti che sono rimasti con lui fino a quando non sono arrivati i genitori. Genitori che sono stati fatti salire su un altro Frecciabianca per Rimini partito verso le 13 da Bologna. (Continua a leggere subito dopo la foto)

La disavventura della famiglia cinese arriva poche settimane dopo un altro episodio del tutto simile: il 7 settembre scorso, infatti, i “protagonisti” sono stati dei genitori giapponesi. In quel caso i due erano saliti a bordo di un treno Frecciargento dimenticando la figlia di cinque anni in stazione. E anche in quel caso la Polfer era subito intervenuta riuscendo a far ricongiungere i genitori con la figlia. (Continua a leggere subito dopo la foto)