Notizie Curiose

Whatsapp: ecco 3 modi per provare a capire se ti tradisce

Whatsapp oggi è una realtà globale che ha acquisito una popolarità semplicemente sorprendente, soppiantando in maniera straordinaria qualsiasi altro programma o strumento di messaggeria istantanea in auge fino a prima della sua comparsa. Sin da quando venne creato nel 2009, Whatsapp continuò a crescere diventando ben presto una realtà senza confini né culturali né geografici, al punto che nel nel 2016 venne annunciato il raggiungimento di addirittura 1 miliardi di utenti globali. Considerando che siamo poco meno di 7 miliardi e mezzo, si tratta di un traguardo niente male!

Il risultato di queste considerazioni è che oggi possiamo fare a meno di molte cose, dei vari social network come Facebook, Instagram, Twitter, persino di strumenti di locomozione come l’automobile e addirittura c’è chi fa a meno persino di una dimora fissa; ma senza un telefono cellulare siamo virtualmente tagliati fuori dal mondo, o quasi. E la maniera migliore per comunicare messaggi attraverso un telefono portatile è indubbiamente Whatsapp. Ciò vale sia per i messaggi “normali” che per quelli che non vorremmo che nessuno leggesse.

Ovviamente non stiamo parlando di illeciti particolari dal momento che esistono applicazioni ben più sicure, quanto piuttosto di conversazioni che non vorremmo far conoscere ai nostri familiari, ai nostri amici o…al nostro partner. Ed in cima alla lista di queste interazioni ci sono quelle che presuppongono il tradimento. I tradimenti ci sono sempre stati e sempre ci saranno, ma attraverso Whatsapp si possono mantenere i contatti facilmente e cancellare le prove altrettanto facilmente. Dunque come scoprire se il nostro o la nostra partner ci sta tradendo per messaggi?

Esistono diversi metodi per provare a capire se una persona ci sta tradendo su Whatsapp, uno dei più comuni consiste nel controllare quale sia il contatto con il quale il nostro partner si scambia più messaggi. Per capirlo è sufficiente aprire la pagina “utilizzo dati” del suo Whatsapp e dare un’occhiata a quali sono i numeri di telefono più “caldi“. Ovviamente questo metodo si basa esclusivamente su supposizioni, ed avere un amico o un’amica con i quali confidarsi non implica affatto il tradimento.

Il secondo metodo per provare a capire se il nostro compagno o la nostra compagna ci stanno tradendo è certamente più invasivo, ed indubbiamente molto meno lecito. Se chiedere il telefono del partner per spiarlo può essere tutto sommato un’astuzia banale, in questo caso i guai saranno certamente molto più gravi. Si tratta di utilizzare applicazioni per spiare le conversazioni Whatsapp di altri contatti come Mspy, Flexyspy e Spyrix. Questi programmi però sono lesivi della privacy, pertanto fatevi beccare a fare la spia e…beh, le conseguenze potranno essere peggiori dell’avere semplicemente un ex incazzato.

Il terzo ed ultimo metodo utile per capire se la persona con cui stiamo insieme ci sta tradendo è molto, molto macchinoso. Si potrebbe dire diabolico, e certamente non è legale. Ma se siete arrivati fino a qui…innanzitutto dovrete procurarvi un nuovo numero di telefono. Prendete il telefono del sospetto traditore o della sospetta traditrice, trovate il contatto con il quale credete che vi stia tradendo, prendete la sua foto ed eliminatelo. Quindi inserite il vostro nuovo numero nella sua rubrica rinominandolo come il contatto del sospetto o della sospetta amante, e mettete la sua foto. Quando vi scriverà, saprete la verità. I rischi però sono alti, ed in linea di massima, se siete arrivati al punto di mettere in atto questi stratagemmi, forse è ora di chiuderla. E non è affatto detto che la colpa non sia vostra.