News

Ylenia Carrisi ricoverata in una clinica svizzera, tutta la verità su questa notizia.

Si ritorna a parlare di Ylenia Carrisi: la figlia di Al Bano e Romina era finita qualche mese fa al centro di una controversa voce. Lei sparì nel 1993. Nello scorso mese di aprile si era tornato a parlare di Ylenia Carrisi, la figlia primogenita di Al Bano e Romina. La ragazza sparì nel nulla il 31 dicembre 1993 a 23 anni e nel corso di tutto questo tempo è stato anche emerso il certificato di morte, presentato proprio da Al Bano diverso tempo fa. Lui poi in una intervista di pochi mesi fa ha ammesso: “So dov’è mia figlia.

È in cielo ed un giorno ci rivedremo”. Ma come detto, poco tempo fa si era vociferato di una possibile presenza di Ylenia Carrisi – che ormai avrebbe 49 anni – in una clinica in Svizzera. Un rumor che fa seguito ai diversi presunti avvistamenti che sarebbero avvenuti in questi lunghi 25 anni. Tra mitomani, false piste e speranze disilluse, nulla è cambiato da quell’ultimo giorno del 1993.

Ylenia Carrisi, le speculazioni su un suo eventuale ricovero in Svizzera

La voce in questione riferisce che una paziente di questa clinica di una non meglio precisata località elvetica si sarebbe detta sicura di aver riconosciuto come sua vicina di letto Ylenia. Ma a dirla tutta questa indiscrezione, mai verificata, risale già a qualche anno fa.

Così come si sono rincorse le voci di una presunta sparizione volontaria dell’allora ragazza, che adesso vivrebbe da qualche parte con una nuova identità. Si era parlato anche del fatto che si fosse fatta monaca, fino ad arrivare a vere e proprie tesi complottiste come quella di una perdita di memoria permanente. Da cui il ricovero per lungo tempo in una struttura specializzata. C’è però di vero che su questo argomento si è speculato fin troppo.